Facebook Twitter LinkedIn Flickr LastFM Feed

Archivio di febbraio 10th, 2012

E se prendessimo un praticante?

10 febbraio 2012  Scritto da Silvia Surano   Pubblicato in Professione

Perché accogliere nel proprio studio un praticante? Nell’immaginario collettivo, il dominus ormai stanco di correre in giro per uffici e cancellerie, decide di formare un giovane neolaureato semplicemente per delegare, a costo rigorosamente zero, il lavoro più noioso: rispondere al telefono, preparare buste e raccomandate, presiedere alle udienze di rinvio e porre addirittura rimedio ai propri errori… “Mi scusi, è colpa del praticante. Lei capisce, è qui da poco“!

Nella realtà le cose stanno in maniera differente. Uno studio legale, soprattutto giovane, inizia a pensare alla figura di un praticante per un ben preciso motivo: crescere. Scegliere un neo laureato significa poterlo “plasmare” a seconda delle esigenze interne e accompagnarlo nella crescita professionale nonché disporre di una grandissima risorsa che potrà contribuire soprattutto a lungo termine.

Flickr Stream